Colnago CX-1 Evo test ride

Questa mattina giro di prova con la bici nuova. Mi sono concesso la mia prima Colnago, una CX-1 Evo montata Shimano Ultegra, alla quale ho fatto subito un upgrade ruote, una coppia di Fulcrum Racing 0. E’ da quando abbiamo aperto il negozio che pensavo ad una Colnago, ma tra una cosa e l’ altra non ci ero ancora riuscito. Poi è arrivata la decisione di vendere la Giant che per me era un po’ troppo “lunga”, e così ne ho approfittato.

La scelta era tra questa e la M10 (C59 fuori portata per me €€€); benchè superiore sulla carta, a livello estetico preferisco la CX-1, anche se di sicuro paga un po’ il peso. Così montata si aggira intorno ai 7,8kg, in taglia 54s (58), con pedali Ultegra in carbonio e due portaborraccia (qualcuno potrebbe storcere il naso per un peso simile su di una bici che a listino si aggira intorno ai 3700€), ma d’ altronde Colnago si sa che non va alla ricerca del peso estremizzato.

Dal sito Colnago:

Colnago e il peso del telaio

Il peso del telaio è un det­taglio che sta por­tando sul mer­cato prodotti non sicuri. Il processo spesso inaf­fid­abile e incon­sis­tente di man­i­fat­tura dei telai in fibra di car­bo­nio potrebbe pro­durre prodotti dalla durata e dalla resistenza alle fatiche sospette. Le cir­costanze esterne pos­sono facil­mente portare prodotti di bassa qual­ità a crepe improvvise o addirit­tura alla rot­tura inaspet­tata del mezzo. Molti pro­cessi per diminuire il peso di un telaio sono sem­plice­mente non tes­tati e molto ris­chiosi. Grazie alle appli­cazioni di questi pro­cessi ci sono sul mer­cato numerosi telai dal peso tra i 700gr e gli 800gr. Questi telai rap­p­re­sen­tano una ten­tazione per il con­suma­tore in cerca di qual­cosa di leg­gero. Colnago però per il suo top di gamma crede in un lim­ite al peso di 1000gr. Non vale la pena sac­ri­fi­care la manovra­bil­ità, la sicurezza e l’affidabilità per pochi grammi in meno di peso su un telaio, il cuore della bicicletta.

Mi aspettavo quindi una bicicletta solida e manovrabile, e la prova non ha deluso le aspettative: il carro posteriore smorza molto bene le vibrazioni, merito della sua forma arrotondata, e con i copertoncini da 25mm (Conti GP 4Season) si ottiene un ottimo livello di comfort. La bici mantiene però una rigidità strutturale importante che si fa sentire nei rilanci e in fuori sella. Anche le ruote fanno la loro parte in questo senso, mi avevano sempre parlato molto bene delle Racing 0 e ora capisco perchè, non si sente nessuna flessione quando si spinge a fondo sui pedali.

Come test ride ho scelto la scalata al Passo Santa Barbara da Loppio, un anello di 50km con partenza da casa. Ho scelto questo versante per poter affrontare in discesa il lato di Arco, una discesa molto tecnica e impegnativa. Ci è voluta qualche curva per prendere confidenza, soprattutto con i copertoni nuovi, ma poi la situazione è migliorata. Sicuramente la bici necessita di maggiore decisione nell’ impostazione di curva, ma una volta scelta la traiettoria si ha la classica sensazione di essere su di un binario, stabile e potente.

Resta da vedere come si comporterà la bici sulle lunghe distanze, ma per ora sono più che soddisfatto, è proprio quello che mi aspettavo da una Colnago.

Modifiche rispetto alla versione di serie:

  • ruote Fulcrum 0, copertoni Continental GP 4Season 700x25mm;
  • attacco manubrio carbonio Edge 110mm;
  • reggisella carbonio Edge senza arretramento;
  • sella Fizik Aliante Carbon K:ium;
  • cambio posteriore Ultegra gabbia lunga/cassetta 12-30;
  • freni Ultegra.

IMG_1849Salendo verso Nago

IMG_1850Piccola deviazione al Maso Naranch

IMG_1856I lavori sulla SP88 Bolognano-Monte Velo

About these ads

10 commenti

Archiviato in Tecnica

10 risposte a “Colnago CX-1 Evo test ride

  1. Beh, non mi pare che sfiguri rispetto alla Giant… “Colnago costruisce ciò che per gli altri é impossibile” recitava credo uno slogan pubblicitario. Belle bici. No more steel?

    • Grazie Francesco, in effetti ti dirò che la preferisco alla Giant.
      Per ora nessun acciaio in vista, anche se un progetto c’ è , ma ho venduto troppo in fretta la Giant, così per ora aspetterò un po’.

  2. mauro speziali

    Ciao Fabio, una bella bambina ti sei scelto!
    la strada che hai scelto per testarla l’ho percorsa due anni fa il mese di aprile, che avevo fatto una settimana di vacanza a Nago per fare un pò di passi in trentino ( in bici).
    duro e bello il passo santa barbara.
    i miei complimenti per la bici e la scelta azzeccata( come sempre) dei componenti.
    saluti randagi
    mauro

    • Grazie Mauro, il Santa Barbara lo conosco a memoria, ho abitato per qualche anno proprio a Bolognano, da dove attacca il versante più duro. Ho perso il conto delle volte che l’ ho fatto! E poi questa volta ero in missione speciale, dovevo fare una piccola verifica per conto di Cicloturismo ;)

  3. Emiliano

    Esteticamente mi piace,come componenti e’ allestita con gran cura visto pipa e reggisella(per citarne alcuni).
    Sono curioso in ambito rando come si potra’ comportare,sono affascinato nel vedere mezzi modernissimi utilizzati per lunghi/randonne dove in genere si vedono solo bici classiche.

    • Grazie Emiliano, ieri ho fatto un primo test serio, 250km e 12 ore in sella. Sono rimasto davvero stupito, calcolando che era la terza uscita che ci facevo non ho riscontrato nessun problema fisico, schiena, ginocchia e braccia tutto ok alla fine (le gambe quelle no, facevano male, chissà perchè!!!). Scherzi a parte, promossa a pieni voti. Temevo più di tutto l’ abbandono della sella Brooks, invece la Fizik Aliante si è dimostrata comodissima, nessun fastidio al soprasella.

  4. Pingback: Lavori in corso | Randonneur e dintorni

  5. Pingback: Bici da randonnée_3 | Randonneur e dintorni

  6. Marco

    Ottima scelta… io ho messo le campagnolo schamal ultra e copertoncini continental attack e force…gruppo ultegra

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...