200k Albano S.A. Team Testa

Domenica si è svolto il primo brevetto della provincia di Bergamo, organizzato dal Team Testa, con partenza da Albano S. Alessandro, sulla distanza dei 200k piani. Questo non era in programma sul mio calendario, ma aveva una particolarità; circa a metà percorso, al km 106, transitava dal traguardo. Quale migliore occasione per far conoscere il mondo rando alla Valentina e suo fratello Emiliano! Quindi solita sveglia all’ alba, e via verso Bergamo tutti e tre sul furgone. La meteo prevede una giornata di sole, tanto atteso dopo la lavata di domenica scorsa, e così è. Un’ alba splendida ci accompagna lungo il viaggio in autostrada, e quando arriviamo è ancora presto, manca più di un’ ora alla partenza e il parcheggio è vuoto. Ne approfittiamo per fare tutto con calma, qualcosa da bere al bar, regolare le iscrizioni e preparare le biciclette per il viaggio. Nel frattempo i randagi iniziano ad arrivare e piano piano il centro sportivo dove è allestita la partenza si anima.

Incontro anche Andrea, conosciuto alla Roma-Bergamo e ritrovato sul web, con la sua bellissima Trek su cui svetta una Brooks Swallow in titanio. Dieci minuti al via, ci mettiamo in coda per il timbro, siamo tra gli ultimi e la temperatura è ancora fredda.

La coda alla partenza La Freccia Celeste anche oggi riceve un sacco di complimenti, ma noto che sono l’ unico o quasi con una bici vecchio stile…mi sa che oggi i ciclisti menano! Finalmente alle 8 e 40 timbriamo e si parte, siamo in ballo per un’ altra avventura.
Faccio io l’ andatura, bisogna scaldare i motori, soprattutto la Vale ed Emi che non hanno km nelle gambe(più o meno 120 per uno da Gennaio!!). Una partenza troppo forte la pagherebbero senz’ altro verso la fine, quindi non ci leghiamo a nessuno.
I primi 25 chilometri volano, nel frattempo dietro a noi si è formato un piccolo gruppetto, si va via bene, sui 30kmh, ogni tanto mi giro a controllare, facce sorridenti, tutto ok. Ho solo paura di sbagliare strada, ma sono aiutato dalla frecciatura dipinta sull’ asfalto dagli organizzatori che nei punti critici segna il percorso, anche se non sempre è così e uno sguardo al road-book ogni tanto ci vuole. Dopo un piccolo errore di percorso, dovuto peraltro ad un altro gruppo che ci aveva superato e che io ho stupidamente seguito, al km 50.4 siamo ad Acqualunga al primo controllo.

Il primo controllo Solita routine, timbro, bisogni e prendo qualcosa da mangiare dalla borsa. La Vale mi sorprende in rapidità e in un attimo è pronta. Emiliano si trova un po’ spaesato ma subito si attiva e in cinque minuti siamo pronti a ripartire.
Vento contro e drittoni da urlo. Non sono gli ingredienti migliori se ti tocca fare l’ andatura e non sei un gran passista come me! Ma così è, e allora testa bassa e spingo, i ragazzi dietro non mollano, ora siamo in cinque, faccio fatica ma penso alla LEL, li sarò solo, nessuno a cui ciucciare la ruota. Il percorso in questa prima parte è un po’ monotono, i paesi si susseguono, siamo sulla statale 498, ci lasciamo dietro la provincia di Cremona per rientrare nella Bergamasca. Mancano una ventina di chilometri al secondo controllo quando Emi va in crisi. Paga la poca esperienza. Si è dimenticato di alimentarsi ed ora è alla frutta. Ma non molla. La Vale ha qualche energia in più. Ci siamo, per loro è fatta(record di km per entrambi!), stanchi ma contenti della loro impresa. Abbiamo quasi i 30kmh di media, sono stati davvero bravi!
Nel ripartire mi attacco ad un gruppetto del team Formaggilandia2, organizzatori tra l’ altro della Randolario, ma dopo poco il gruppo si sfalda e rimaniamo in tre, io Marcello e Paolo, conosciuti sulla strada, e ci aiutiamo a vicenda(anche se Marcello tira più di tutti, grazie!!). Ora il percorso è molto più bello, si fa il giro del lago d’ Iseo. La strada è stretta, bisogna fare attenzione alle macchine, ma offre scorci meravigliosi sul lago e sulle montagne tutte intorno. Dopo una piccola pausa per riempire la borraccia siamo al giro di boa, e a Pisogne imbocchiamo una bella pista ciclabile che ci porta all’ ultimo controllo.

Marcello e Paolo
L’ ultimo controlloMancano 40 chilometri, 166 fatti. Mi sento bene, le gambe girano, va molto meglio di Nerviano, nonostante sia stato fermo tutta la settimana con l’ inluenza in corpo. Ora però dobbiamo fare i conti con il traffico della domenica. Per una decina di chilometri circa è tutta una colonna di macchine e siamo costretti a fare lo slalom per passare.

Marcello fa l’ andaturaUltimo tratto, si vede il cartello per Albano S.A., Paolo si attarda a fare foto, Marcello è con lui, la voglia di arrivare mi fa spingere sui pedali e rimango solo. Gli ultimi chilometri scorrono come se fossero i primi, e arrivo alla fine con ancora un sacco di energie in corpo. Bene. Otto ore e venti totali. Emi e la Vale sono li che mi aspettano, timbro, doccia(fredda!!) e mi mangio un bel piatto di pasta. Aspetto di vedere Marcello e Paolo ma non ci incontriamo più, li ringrazierò al prossimo brevetto!

Annunci

One thought on “200k Albano S.A. Team Testa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...