Lo spirito di Natale

Lo spirito fa la differenza. Sempre.
Lo spirito con cui si affronta una grande prova determina da subito la riuscita o la disfatta della stessa. Se abbiamo voglia di essere lì in quel momento riusciremo ad arrivare alla fine, altrimenti non c’ è condizione fisica che tenga, non ce la faremo.
Lo stesso vale per una piccola prova; possiamo uscire e saltare in sella per percorrere lo stesso anello già fatto un milione di volte e renderlo una routine, oppure affrontarlo con uno spirito differente, pedalando come un guerriero zen alla costante ricerca di qualcosa, come un monaco che cerca la sua illuminazione seduto per ore a meditare nello stesso luogo, consapevoli che prima o poi l’ asfalto ci darà una risposta.

La bicicletta pulita e ingrassata, un nuovo portaborraccia e il mio bel cappellino Rapha da provare.
Questo basta a rendermi felice in una giornata di freddo inverno e mi da la scusa per uscire e passare un paio d’ ore in sella. Niente di speciale, niente cose estreme con chilometraggi esasperati, quelle verranno più avanti, c’ è tempo.
Si va a Santa Massenza e si torna. Io e la Vale. 50km. Stop.
Ma i posti sono così belli che meritano sempre. E così cerchiamo delle piccole varianti nel percorso per modificarlo un po’: passiamo dietro Dro invece di fare la solita salita del tamburello, statale fino a Pietra, poi ciclabile e stradine interne e siamo a Sarche, si costeggia il lago di Toblino, su a Padergnone e giù a Santa Massenza con il giro intorno alla centrale elettrica tutto su pavè, bellissimo, e siamo al giro di boa.
Già si torna, il vento adesso è dalla nostra, restiamo sulla statale che si vola, 35, 40, 45km/h, ma c’ è un prezzo da pagare, il freddo, più vai forte e più l’ aria gelida ti si infila dentro, i piedi si ghiacciano, le mani perdono sensibilità e non riescono più neanche a cambiare, ma poco importa, Arco già si vede all’ orizzonte, e in pochi minuti siamo a casa.
Cosa sono 50km per un randagio? Tutto e niente. Di solito qua, in una lunga randonnée, non hai fatto neanche un controllo, non ti sei ancora fermato a fare i bisogni, nè a mangiare. E non ti sei neanche accorto di farli. Ma il bello, se ne fai solo cinquanta, è che te li vivi tutti dal primo all’ ultimo ed è per questo che non mi stancherò mai di fare i miei giretti da 50km.

Annunci

2 thoughts on “Lo spirito di Natale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...