Mercian “King of Mercia”

La bici della Vale.

 

Giovedì scorso al “Bike & Climb” abbiamo ricevuto la prima attesissima consegna Mercian. 3 telai in tutto che si sono fatti desiderare parecchio (8 mesi abbondanti dal momento dell’ ordine, sintomo che alla Mercian la crisi non c’ è!), due Audax Special (una già venduta) che mostrerò più avanti, e soprattutto la “King of Mercia” di Valentina.

Avevo già organizzato per tempo tutta la componentistica, in parte nuova e in parte recuperata, così lo stesso pomeriggio l’ ho assemblata, e il risultato rispecchia in pieno le aspettative. Ecco i dettagli:

  • telaio e forcella “King of Mercia” mis. 51cm custom, tubazioni Reynolds 725, colore Deep Plum Pearl, predisposizione per il portapacchi posteriore e parafanghi. Dimensione massima copertoni, 32mm;
  • ruote assemblate a mano, cerchi Mavic MA3, mozzi Campagnolo Veloce 32 fori revisionati ( una menzione particolare per queste ruote che sono state le prime che ho fatto. Ormai hanno passato i 10 anni e sono ancora perfette nonostante abbiano girato in lungo e in largo);
  • cambio posteriore e deragliatore anteriore Campagnolo Veloce Triple 9v, cassetta 12-26, comandi Campagnolo Mirage, catena Campagnolo 9v;
  • guarnitura Sugino XD Triple 46/36/24 165mm, movimento centrale perno quadro Shimano 107mm;
  • freni Tektro R538 57mm drop;
  • piega manubrio Nitto Noodle 41cm;
  • attacco manubrio Nitto Technomic 100mm;
  • serie sterzo Tange Levin 1″ filettata;
  • reggisella Nitto S65 Crystal Fellow 27,2mm;
  • sella Selle Italia Lady Diva Gel Flow;
  • copertoni Schwalbe Durano 700×25;
  • nastro manubrio Giant Gel Cork nero;
  • pedali Shimano PD-M540;
  • portaborraccia King Cage.

Ovviamente Valentina è più che soddisfatta, una bici che resterà con noi per moltissimo tempo, degna compagna della mia Audax Special.

Annunci

13 thoughts on “Mercian “King of Mercia”

  1. Ogni Mercian é speciale, particolare. Anche questa é bellissima. Oltre al fatto della personalizzazione totale, partendo dalle misure, mi piacciono molto le serie sterzo classiche, pulite, senza bulloni.Che dire?! La tentazione di vendere Surly e Steven´s per un progetto intransigente di “velo total” Mercian Audax con tubazioni leggere e reattive serpeggia per la testa… Comunque complimenti!

  2. Complimenti Fabio, bellissima, un’altro gioiellino!
    Per ora solo un desiderio, ma prima o poi faccio pulizia di tutto il carbonio che ho in garage e torno alle origini..con la MTB ho già iniziato, verrà il momento anche della strada!

  3. Salve fabio, mi chiamo roberto e frequento il tuo blog da un po’. ho visto la tua ultima creazione: la bici è molto bella. che classe!
    ti scrivo perché vorrei comprare una pipa technomic da 12cm con stelo molto lungo per adattare una bici a me piccola.
    Non capisco però se il diametro è compatibile con la mia serie sterzo.
    la serie sterzo è un super record degli anni 80.
    mi sai dire qualcosa?
    inoltre, visto che ci sono ti faccio un’altra domanda a brucio: i binari delle brooks (b17) consentono un buon arretramento della sella rispetto al canotto? ti chiedo questo sempre per il fatto di poter bilanciare la posizione su questa bici che mi va un po stretta ma che mi piace tanto.

    roberto

    grazie

    1. Ciao Roberto,
      ti ringrazio per i complimenti sulla nuova Mercian di Valentina e soprattutto perchè leggi il mio blog 😉
      Ti rispondo molto volentieri;
      per l’ attacco manubrio non c’ è problema, la serie sterzo Record degli anni 80 è sicuramente da 1″, quindi puoi mettere un Nitto tranquillamente. Fai attenzione però che il Technomic viene prodotto con due standard di diametro manubrio, 26mm o 25.4mm. Devi quindi verificare il tuo manubrio con un calibro prima di procedere con l’ acquisto (nota che la stessa Nitto produce un articolo chiamato “shim” per poter montare un manubrio da 25.4mm su un attacco da 26mm, e non viceversa ovviamente).
      Per la Brooks B17 calcola che ha una slitta di 6.5cm, abbastanza normale. Forse la Swallow concede più arretramento, ma è molto più morbida.

  4. fabio sono ancora io!
    la nitto oltre i 12 cm di pipa non va?
    non esistono altri produttori che faccinao pipe più lunghe con quill comparabili alla nitto??
    devo uscire dalla serie sterzo di almeno 11 cm!
    bella la citazione de “lo zen e l’arte……” sul tuo ultimo post! Lo letto anche io!

  5. Salve,
    uso la bici da corsa in città per gli spostamenti quotidiani. Da poco ho cominciato a pensare di mettere parafanghi, luci, portapacchi ma la bici da corsa che non ha gli attacchi ecc. La mia domanda è come fate? Vorrei evitare di comprare altre bici per usare appositamente d’inverno, quando piove ecc. Grazie anticipatamente per i consigli e vento in schiena! 🙂

    1. Salve,
      esistono in commercio dei parafanghi da poter montare su bici sprovviste di attacchi, la ditta SKS produce i migliori e si chiamano “Raceblade”. Per i portapacchi si può orientare sulla Topeack che ha in catalogo portapacchi da poter attaccare al tubo reggisella con tutta una serie di borse apposite. Stiamo parlando di sistemi che funzionano bene ma non sono da paragonare a quelli che potrebbe montare se la bici fosse predisposta. Invece di una bici “invernale” potrebbe pensare ad una bici definitiva da usare tutto l’ anno 😉 E’ un concetto che qua da noi fatica a prendere piede, ma a pensarci bene lei comprerebbe un’ automobile senza parafanghi o senza luci? Penso di no. La Mercian di cui si parla in questo post è predisposta sia per parafanghi che per portapacchi, il che vuol dire che oltre ad avere gli occhielli per il montaggio ha lo spazio necessario al passaggio ruota.

      1. Buona sera! Grazie per le dritte! A quanto ho capito la soluzione migliore vendere la bici da corsa e comprare un’altra predisposta per poter montare portapacchi e d’inverno i parafanghi.
        Si trova qualcosa sui 800/1000€? Intendo bici intera non il solo telaio. Grazie ancora!

      2. Diciamo che tutto dipende da quello che uno fa di più con la bicicletta, e quindi scegliere un mezzo più adeguato al proprio “ciclismo” senza guardare quello che fa la massa ma pensando con la propria testa.
        Una valida alternativa tutta italiana è la Cinelli “Gazzetta della Strada” con tubazioni Columbus in acciaio. Prezzo di listino bici completa € 950,00. Da me sarà disponibile in primavera ma la può trovare presso qualsiasi rivenditore Cinelli.

        http://www.cinelli.it/site/index.php/prodotti?page=shop.product_details&category_id=1&sub=19&product_id=148&flypage=cinelliflypage.tpl

      3. la gazzetta della strada è stata la prima cosa che ho cercato. ma a Roma, dove vivo, ordini fatti ad aprile 2012 sono arrivati a settembre ed a dicembre mi hanno detto che i prossimi arrivi sono previsti per aprile. (stessa cosa anche a Torino dove abita mio padre) oggi pomeriggio (ho chiesto info per la bootleg racing rats) mi hanno detto (a Roma) che forse si sono accorciati i tempi di consegne anche per la gazzetta della strada ma non hanno certezze. dicono che “alla cinelli sono convinti che chi vuole la cinelli è disposto ad aspettare”, io non la penso così.
        ho trovato anche la Raleigh Demicourse cercherò un rivenditore a Roma per sapere il prezzo.
        il mio ideale è avere due bici, la fissa per le consegne e le giornate di sole. parafango portapacchi per le giornate di pioggia per fare la spesa (anche se sempre più spesso serve il Bullitt e perché io la macchina non la voglio ne con i fari/parafanghi ne senza :D) e per viaggiare.
        Grazie mille per i consigli e vento in schiena! Se capita a Roma birra pagata! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...